SF @ LAD gara 2 (8-5): Continua la rincorsa

sports.yahoo.com

[Articolo scritto da Giorgio Sigon]

Perdere gara 1 è stata una brutta sensazione (soprattutto per la rivalità) ma diciamoci la verità: vincerle tutte era davvero difficile. La notizia più bella di gara 2 è che la corsa continua, segno che tutti possono inciampare negli ultimi chilometri… l’importante è riprendere il gruppone per poi giocarsi tutto in volata. Un 8-5 più “difficile” di quanti racconti il tabellone a fine gara. Vogelsong è stato bravo ma ci ha fatto venire una strizza epocale poco prima che Bochy si facesse consegnare la pallina.

Dagli altri diamanti arrivano la vittoria di Arizona (d’altronde i Pirates hanno già fatto il massimo) e la sconfitta di Atlanta contro Florida. Impressionante prova di Vazquez che porta a casa una W d’autorità (2 H concessi). I Giants ringraziano ma tra noi e la WC ci sono anche i Cardinals. Restiamo però attivi sui due fronti (WC e NL WEST).

Veniamo alla gara. Partenza sprint dei nostri che paiono chiudere la gara dopo un inning: singolo di Christian ma doppio gioco preso in faccia da Keppinger. Sulla situazione di 2 out ci esaltiamo, come è spesso successo in questo finale di stagione: doppio di “San Beltran” e singolo di Pill (cleanup) che porta a casa Carlos per l’ 1 a niente per noi. Arriva poi il walk a Belt e quello a DeRosa. Basi piene con 2 out; Eveland riceve una visitina sul monte. Tocca a Fontenot che a basi piene non tradisce: line drive sull’ esterno sinistro per un doppio. Entrano Pill e Belt e di colpo siamo 3-0. Punteggio decisamente tranquillizzante visto che il monte dei Giants ha sempre concesso pochissimo.

Tocca a Vogelsong che concede un leadoff single a Gordon che poi ruba la seconda. Carroll spinge il compagno in 3a con un sac bunt. Arriva Kemp che però riceve una base ball. Corridori agli angoli e 1 solo out. Ryan si salva con un doppio gioco su Rivera. 1-6-3 e inning chiuso!

Nel secondo arrivano altri due singoli degli accalappiacani che però rimangono in base senza colpo ferire.

Il terzo inning registra purtroppo l’infortunio a Carlos Beltran, colpito al piede dal lancio di Eveland. Carlos rimarrà in campo fino al 5° per poi essere sostituito da Torres.

Nel 4° i Giants aumentano i distacco: singolo di DeRosa che viene poi spinto in seconda da Fontenot. Stewart riceve una base ball e ci ritroviamo con uomo in prima e in seconda: Bochy ordina a Vogelsong il sac-bunt. Il nostro pitcher esegue. Di nuovo 2 out e corridori in posizione punto. SF è letale: Justin Christian (un orrore con la mazza prima di questa partita) piazza un doppio che porta a casa i compagni. 5-0 e gara in ghiaccio. Il pericolo però è dietro l’angolo…..

Parte bassa del 5°: Velez (PH) colpito+singolo di Gordon= guai. Tocca a Carroll che mette un singolone che fa segnare il primo punto di LAD sul tabellone. Entra Velez e Gordon avanza in seconda. Visitina sul monte per Vogelsong. Evidentemente però la strategia discussa non era quella giusta visto che Kemp sbatte la pallina sugli spalti. 3-run blast e Dodgers di colpo in partita. Siamo infatti 5-4 e la storia di quest’anno racconta di una drastica caduta in depressione dei nostri che il più delle volte hanno subìto la rimonta.

Settembre però è sempre settembre e noi ci mettiamo poco ad aumentare i nostri punti sul tabellone: nel 6° c’è il singolo di DeRosa. Arrivano però due out; quello di Stewart almeno sposta Mark in seconda. Bochy decide per il PH (Gillaspie) che però viene omaggiato di un walk. Tocca a Justin Christian che ha già battuto due RBI (grasso che cola). Justin però non ha finito di stupire e gira la mazza di nuovo: bloop nella terra di mezzo e altri punto battuto a casa (con 2 out sul conto). Tornamo a respirare aria di distacco: siamo 6-4.

Mota fa il suo dovere nel 6° e LAD resta a distanza. Nel 7° andiamo ancora a segno: Torres passeggia in prima e Pill gira il lancio di Kuo. E’ un doppio che porta a casa Andres. Non è finita qui: LAD cambia e sul monte sale Guerrier. Al 3° lancio DeRosa trova la sac fly che porta a casa Pill (spinto in terza da Belt). 8-4 e situazione che torna alla “normalità”.

Nella parte alta del nono avremmo più di un’occasione per andare ancora a punti ma ogni tanto qualche occasione persa ci sta (anche per merito di LAD). Per fortuna lo score di SF non necessitava di ulteriori aggiunte. Ultima ripresa anche per Kemp e soci: Casilla ne elimina due in rapida successione. Kemp però non vuole essere l’ultimo Dodger al piatto e batte un singolo. Santiago riesce anche a concedere una base ball a Rivera e Bochy chiama sul monte uno che ha la barba più lunga di Romo: Brian Wilson. Loney però battezza il barbuto con un singolo. Entra il punto dell’8-5. La fly out di Miles su Torres chiude i giochi.

Note positive del match

Christian: a vedere oggi la sua media battuta potremmo pensare di avere un buon leadoff. Il problema è che la prestazione di ieri è molto simile ad un exploit piuttosto che farci pensare ad una certa continuità al piatto. Non voglio essere cattivo profeta ma difficilmente lo rivedremo tra le note positive…

Pill: il ragazzo continua a piacere. Non è facilissimo fare quello che sta facendo lui in una situazione quasi disperata per SF

DeRosa: sta vivendo davvero una seconda giovinezza (o prepensionamento che dir si voglia). Ottima mazza e ottima difesa anche ieri (vedi tuffo nel 7°). Certo che da qui a dire che l’anno prossimo dobbiamo puntare su di lui ce ne passa…

Note negative del match

Keppinger: due doppi giochi innescati nei primi due turni di battuta. Serve che tutti siano lucidi e utili in questo finale di stagione.

Vogelsong: una delle poche partite dove non mi è proprio piaciuto. Anche negli inning dove non concede punti non sembra in controllo del match. Chiude con 9h e 4er. Porta a casa la W personale ma sulla sua prestazione abbiamo qualcosa da ridire…

Stanotte gara 3: Madison vs Kuroda. Inutile dire come deve finire….

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: