COL @ SF gara 2 (0-7): su la testa!

sports.yahoo.com

Già, due giorni fa avevamo titolato “a testa bassa”, dato lo sweep subito contro Arizona; ed in effetti ci stava, eravamo molto delusi e tristi per la stagione andata definitivamente a rotoli. Stavolta però è arrivato (di già) il momento di alzare la testa, gonfiare il petto e sentirci comunque orgogliosi di ciò che siamo, seppur fiocchino i rimpianti per questa stagione, andata malissimo se seguiamo quelle che erano le aspettative. Ma la Major League Baseball è un mondo particolare, un mondo a sè, dove capita che una squadra come la nostra si presenta all’ultima serie casalinga con niente più da chiedere alla stagione, con oltretutto il morale a terra pensando a ciò che poteva essere e che non è stato e con ormai la testa alla vacanza, per non pensare alla tv laddove chi vorrà potrà vedere la post-season, quella che ci ha visto protagonisti fino in fondo solo un anno fa. Eppure tutto questo pare incredibilmente non esistere, il pubblico riempie lo stadio fino all’inverosimile trasmettendo un entusiasmo da World Series, i giocatori sono gasati e giocano un ottimo baseball, vincono nettamente ed esultano nel dugout come se avessero realizzato dei punti decisivi per la stagione, ringraziano la folla per il supporto e si scambiano allegramente il cinque a partita finita. Tutti i rimpianti paiono non esistere, forse ci sarà spazio una volta terminata la stagione, ma durante il match non c’è posto per questo. Siamo i Giants, tutto il resto viene dopo; e quando giochiamo è importante solo quello che accade sul campo, qualsiasi avversario ci sia contro, qualunque sia la situazione di classifica. Il pubblico ama questa squadra a prescindere da tutto e vedere la gente festante per la 60esima splash-hit firmata Belt o l’home run inside the park firmato Gillaspie non ha prezzo. Su la testa, ragazzi!

Non serve dire altro per ora, godiamoci l’ultima partita della nostra stagione, alle 21.45 si sfidano Surkamp e Pomeranz. Per chiudere in bellezza, comunque vada; ricordiamoci che il prossimo match ufficiale dei nostri lo vivremo tra circa 190 giorni, per cui godiamocelo fino all’ultimo out. Tutto il resto è noia.

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: