Arriva Pagan: uno al prezzo di due

Ecco che il Winter Meeting manda il mercato MLB in ebollizione e iniziano a sbloccarsi trattative finora solo accennate oppure, come in questo caso, capitano come fulmini a ciel sereno nei confronti di noi ignari appassionati.

La trade della scorsa notte ha portato in maglia Giants l’outfielder Angel Pagan soprannominato crazy horse, di anni 30 e con delle medie nel 2011 di .262/ .322/ .372, con 7 home run e 56 RBI. Un leadoff hitter appunto; quel leadoff hitter che mancava al nostro roster (facendo finta che Melky non lo sia). Ottimo affare? a prima vista può esserlo, anche a giudicare dalle pedine offerte in controparte, ovvero Andres Torres (che possiamo ringraziare particolarmente per l’ottima stagione del titolo) e Ramon Ramirez, discreto rilievo e nulla più. Sorge però un equivoco di fondo: sommando velocemente e facilmente il saldo entrate/uscite, ne vien fuori che abbiamo portato a San Francisco due elementi di fatto simili come ruolo e percentuali (Melky e Pagan), perdendo un outfielder ultimamente pessimo al piatto ma eccellente difensore (cosa che non sono i 2 nuovi arrivi) e due pitchers, uno dei quali rappresentava almeno fino a pochi mesi fa uno dei nostri punti di forza; se non il migliore, quantomeno un ottimo numero 3 della rotazione. E in cambio ci ritroviamo più o meno un pugno di mosche, ovvero molta meno roba di quello che si sarebbe potuto ottenere.

Non so quali siano le strategie di Sabean, francamente dopo questa ho le idee ancora più confuse ma sono quasi certo che non sia fumo negli occhi o depistaggio per scoprire a fine mercato le carte e trovarci davanti un super-roster. No. Temo che stia facendo un po’ le cose trovando quello che viene, senza un piano preciso, altrimenti non avrebbe acquistato due giocatori di fatto similari. A meno che non si sia pentito di aver portato Melky ad inizio mercato quando aveva davanti mezza MLB da poter scegliere, sacrificando un buon partente come Jonathan. Ora, dopo aver preso Melky Cabrera è arrivato Pagan, ma non dimentichiamoci che Bochy giusto l’altro ieri ha dichiarato che Posey farà molte partite in prima base… e che significherebbe questo? che in outfield ci andrebbe anche Huff (come dichiarato dallo stesso Bochy), oltre a Belt e Schierholtz, non tralasciando che c’è qualche possibilità di rifirmare Beltran e Ross e, ancora da parole dello stesso Bochy, Gary Brown “non è lontano dalle big leagues”. Con quanti outfielders vogliamo giocare? E poi, quel famoso giocatore che sbatte la palla fuori dal campo dov’è? Arriverà? speriamo! In tutto questo, ho perso la bussola delle strategie di mercato, ammesso e non concesso che esista.

E poi mi chiedo se Sabean ha il numero di telefono solamente di casa Mets.

Insomma, se voi lettori del blog avete interpretazioni diverse o le idee più chiare, fatevi avanti nei commenti. Detto questo, benvenuto a Pagan nel magico mondo dei San Francisco Giants.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: