SF @ NYM gara 1 (4-3): Ancora in volata, ancora vincenti

[Articolo scritto da Giorgio Sigon]

Terza vittoria consecutiva per i Giants che dopo il day off espugnano il Citi Field al termine di una gara che potevamo vincere prima ma che potevamo anche perdere male. Ancora una volta decisivi Cabrera ed Hector Sanchez mentre il bullpen non ha ancora trovato soluzione di continuità dopo l’infortunio di Wilson. Nel lineup troviamo contemporaneamente Sanchez e Posey, con Buster che presidia la prima base.

Partenze diverse per i due starting pitchers: Niese lavorava bene i nostri e non aveva problemi a rimandare nel dugout Pagan, Cabrera e Sandoval. Flyout, groundout e strikeout le “opzioni” scelte dal lanciatore dei Mets. Dal canto suo Zito iniziava con un walk a Ruben Tejada, proseguiva con l’eliminazione di Murphy prima di concedere ancora una base ball a Wright. Il nostro mancino però ne usciva bene con le eliminazioni di Ike Davis e Jason Bay.

Nel secondo inning Posey inizia a “lavorare” con un singolo sull’esterno sinistro, Pill non spostava il proprio compagno visto l’out al volo sull’esterno centro. A far correre Posey ci pensa Hector Sanchez mentre Burriss. Il primo momento caldo del match arriva con il walk concesso a Burriss. Un out e basi piene di Giants: Crawford gira ma la sua volata di sacrificio non è abbastanza lontana per portare a casa l’1-0 e il successivo strikeout su Zito chiude i giochi e fa schizzare il dato del LOB (come sempre del resto). Mets non pervenuti nella parte bassa con Barry che porta a casa un 1-2-3 inning.

Nel terzo Pagan lascia passare il primo lancio di Niese ma non il secondo: il giro di mazza è potente e il “body language” lascia poco spazio all’immaginazione: palla dritta verso l’esterno centro che può solo vedere quale tifoso accoglie la palla. Primo fuoricampo per un caldissimo Pagan e siamo avanti 1 a niente! Di questi tempi però, per fortuna, i nostri non si accontentano e arriva subito il singolo di Cabrera e quello di Sandoval (che allunga ulteriormente la sua striscia di gare con almeno una valida). Niese riceve una visitian sul monte che però non porta benefici: Posey batte un gran doppio che porta a casa Melky. Il punto del 3-0 invece arriva grazie ad un wild pitch di Niese che permette al Panda di scattare verso casa “aggratis”. 3-0 Giants. L’unico rammarico è quello di vedere Posey fisso in terza: nè Pill, nè Sanchez, nè Burriss riescono infatti a portarlo a casa. Vabbè dai ci possiamo accontentare. Zito invece continua a dare fiducia con un altro 1-2-3 inning.

Nel quarto Niese non ha problemi ed elimina Crawford, Zito e Pagan anche grazie ad un paio di K. I Mets si risvegliano in attacco grazie a Jason Bay. Con 2 out sul conto Bay spedisce la palla verso Pill ma al nostro LF servirebbero le super molle dell’ispettore Gadget per acchiapparla. SF subisce il primo punto dopo 16 inning “scoreless”. I ragazzi di Bochy cercano di rispondere subito: un walk a Cabrera e  il successivo singolo del Panda mettono due uomini sulle basi senza out sul conto dei Mets. L’eliminazione di Posey permette a Melky di arrivare in terza ma tutto finisce lì: Pill batte una rimbalzante verso la terza, Cabrera scatta verso casa ma non riesce a sfuggire al tag di Nickeas. Il comodo terzo out è su Sanchez con i nostri che ancora una volta non riescono a capitalizzare una buona partenza.

La partenza del quinto sembra risvegliare antichi fantasmi: troppi LOB si pagano? Se è così non stupiamoci allora di vedere Nieuwenhuis sbattere fuori la curva di Zito. Secondo HR stagionale per il ragazzo da Santa Monica e secondo solo shot subìto da Zito nel match. E cominciamo a preoccuparci sul serio anche perchè Nickeas piazza un singolo con ancora un zero alla voce out. Il sacbunt di Niese non fa avanzare il Nickeas, eliminato in seconda, ma il successivo singolo di Tejada mette due uomini sulle basi. E i Giants vogliono parlarne su: arriva una visitina sul monte che porta il secondo out su Murphy ma anche ad una base ball concessa a Wright. Per fortuna Ike Davis non ripulisce i cuscinetti. Poppone su Crawford che chiude un complicatissimo inning. Nel sesto inning da segnalare una bella eliminazione al volo di Jason Bay che nega un doppio a Crawford, l’ingresso come PH di Matt Cain (finito “stranamente” K) e un Mota che elimina senza problemi i tre malcapitati Mets. Nel settimo finisce anche la gara di Niese con Ramirez che concede un singolo a Cabrera. Bene per il rilievo Mets che Sandoval inneschi un doppio gioco che chiude la ripresa. Tocca a Jeremy Affeldt che in questo inizio di stagione ha trovato qualche difficoltà. Difficoltà che svaniscono di punto in bianco visto che il nostro rilievo non concede neppure una valida. Bene così.

Nell’ottavo gran tuffo di Nieuwenhuis che agguanta la palla girata da Sanchez: la faccia e il “WOWWWW” di Rauch dicono tutto sulla strepitosa giocata difensiva. Bochy lascia sul monte Affeldt che ripaga con un out e un paio di K. Si va al nono con i nostri che producono un singolo di Burriss, spostato in seconda dal sacbunt di Crawford ma nulla più. Tocca a Casilla chiudere la gara. Santiago vede Bay girare il suo lancio, pallina verso Crawford che tenta il miracolo: il suo jump assist verso la prima però non arriva in tempo e Bay è salvo. Bochy toglie Santi e mette Lopez che elimina Duda ma che poi fa avanzare in seconda Bay causa wild pitch.  Nieuwenhuis riceve un walk e siamo al solito in piedi sul divano a sperare che non ci siano ulteriori problemi (ma sappiamo di mentire un po’ a noi stessi). Puntuale come una tassa a caso del nostro nuovo governo arriva il singolo di Thole che porta a casa Bay. 3-3 e corridori agli angoli con un solo out (oddio!). Entra Romo che affronta il PH Baxter. Giro di mazza ma ottima assistenza di Belt per Hector Sanchez che elimina a casa base Nieuwenhuis. Lo strikeout su Tejada decreta gli extra inning. Non so se essere felice o no visto che potevamo vincerla ma rischiavamo seriamente di perderla.

Gli extra inning sono il regno di Melky Cabrera: singolo e base rubata (nonostante il pitch out di Francisco). Tra le due cose c’è il K sul Panda. Arriva poi l’eliminazione su Blanco e l’intentional walk a Schierholtz. Due out, uomo in prima e fenomeno in seconda con Hector Sanchez al piatto. Bastano due lanci per trovare il singolo che porta a casa Melky. Torniamo avanti 4-3 e con la fly out di Burriss entriamo nella parte bassa dove abbiamo il secondo match point. Romo è ancora sul monte ma ci rimane poco causa singolo di Murphy e singolo di Wright. Non benissimo come inizio. Entra Hensley che mette il primo out sulla grounder di Ike Davis che però sposta i corridori Mets in terza e in seconda. E siamo di nuovo in piedi sul divano (per la verità non siamo mai scesi dal 9°). Tocca a Jason Bay ma Hensley sfodera un K grosso come la Grande Mela. Resta solo Duda che tocca la change up del nostro lanciatore. Palla alta alta ma non profonda. Blanco la prende e W in saccoccia (con annessi patemi).

Note positive del match:

Melky Cabrera: il re degli extra inning. Come già successe contro Phila, Melky decide il match. Chiude con 2/3, 2 punti segnati, una base rubata e due basi ball. Trascinatore

Posey: se Dio vuole alla 13ma gara dell’anno Bochy lascia fuori Huff facendo giocare Buster in prima. E l’ex rookie of the year risponde presente. Anche al piatto le cose vanno benissimo. La sua media battuta sale a .375

Hensley: entra in un momento davvero delicato e porta a casa una salvezza nella quale in pochi credevamo. L’ex Marlins pare entrato col piede giusto nel mondo Giants

Note negative del match:

Bochy: l’anno scorso Phila vinse un match infinito grazie a Wilson Valdez sul monte nel 19°. Fu la prima volta dopo quasi 70 anni che un giocatore di movimento risultò essere il lanciatore vincente. Ieri Bochy al 10° si ritrovava un pitcher e mezzo ancora da sfuttare. Fossimo andati all’11 lanciavo io?

Le coronarie dei tifosi: mancano ancora oltre 140 partite più (si spera) i playoff. Se soffriamo così per tutta la stagione passeremo l’inverno in qualche centro di recupero anzichè su qualche pista da sci.

Stasera, ore 19.10, gara 2 con lo scontro tra Vogelsong e Pelfrey. Avanti con le W!

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: