SF @ CHC gara 3 (7-5): grinta e voglia di vincere; finalmente siamo a settembre

[Articolo scritto da Angelo Cappa]

La serie contro i Cubs rischiava di complicarsi improvvisamente, soprattutto dopo la sconfitta in gara uno. Settembre è già iniziato e adesso le cose iniziano a farsi serie.
Potete benissimo capire come una vittoria nella serie a Chicago era di fondamentale importanza.
Alla fine la vittoria è arrivata. Una vittoria in gara tre raggiunta con il cuore e con la forza di volontà, senza mai mollare.
Per la seconda volta in due settimane chiudiamo una trasferta di sei partite con il record di 5 vittorie e 1 sola sconfitta. Non male.
L’ultima partita stagionale contro i Cubs è finita 7-5 per noi, con gli ultimi due punti arrivati solo nel nono inning.

Ma andiamo con ordine.
Già nel terzo ci portiamo in vantaggio. Si inizia con walk di Nady seguito dall’errore di Rizzo al bunt di Cain, e ci ritroviamo con un corridore in prima base e uno in seconda.
Pagan batte un singolo che ci porta sull’1-0. Dopo il secondo out dell’inning, un pop out di Scutaro, arrivano i due singoli di Sandoval e Posey che valgono altri due punti. 3-0 a metà del terzo inning.
La reazione dei Cubs non si fa attendere, e complice qualche errore di troppo di Cain riescono a segnare un punto nella parte bassa del terzo con il singolo di DeJesus che
porta a casa Barney.

Ma è nel quinto che i Cubs pareggiano e poi vanno in vantaggio per 5-3. Cain non sembra essere in una delle sue migliori giornate, storicamente ha lanciato sempre benissimo a Wrigley Field, ma nel quinto inning concede subito un singolo a Barney con 0 out. Wood con un bunt di sacrificio lo spinge in seconda e poi, come nel terzo inning, DeJesus batte un singolo che lo fa arrivare a casa base per il 3-2.
Arriva alla battuta Valbuena che riesce a guadagnare una base on balls e dopo il ground out di Rizzo i Cubs si ritrovano con i corridori agli angoli e Soriano alla battuta che non delude le aspettative dei tifosi di Chicago e batte un fuoricampo da tre punti che porta la sua squadra in vantaggio per 5-3.

Fortunatamente pareggiamo subito la partita già nel sesto inning. Con due outs e basi vuote, Nady batte un importantissimo doppio, seguito dal triplo di Belt e dal wild pitch di Corpas, con Huff alla battuta. Tutto questo ci riporta sul 5-5.

La partita procede senza ulteriori scossoni fino al nono inning, in cui riusciamo a far entrare i due punti che valgono la vittoria.
Nady leadoff del nono prende un walk e viene sostituito da Blanco. Crawofrd, con Blanco già in seconda base, riesce a guadagnare un’altra base dopo 4 balls. Corridori in prima e seconda e Pagan arriva alla battuta. Angel non sbaglia e batte un singolo che permette a Blanco di segnare il 6-5. Scutaro non è da meno, e anche lui batte un singolo del finale 7-5.

Un doppio gioco non facile per la via 6-4-3 chiude la partita.

Note positive del match:

– Pagan: importantissimo per il singolo battuto nel nono inning, che ci ha permesso di passare in vantaggio in un momento delicatissimo del match. Finisce con un bel 2 su 5
con 2 RBI e un punto segnato.

– Nady: 2 su 2. Due punti segnati e due BB. In maglia Giants non sta facendo male, per ora. A noi va bene così.

Note negative del match:

– Cain: in 5.0 innings subisce 6 valide e 5 punti. Non una partita che ricorderemo a lungo.

Da oggi inizia la serie contro Arizona. Gara uno è programmata per le 22.05 di questa sera, con una sfida interessante tra Zito e Corbin. Attenzione ai D-Backs, ragazzi.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: