ARI @ SF gara 3 (6-2): Giants non pervenuti

[Articolo scritto da Giorgio Sigon]

Il rubber game contro Arizona è stato un supplizio. Ad un certo punto pensavo davvero che Cahill portasse a casa un perfect game/no-hit/shutout. I Giants hanno evitato lo zero alla casella punti e valide ma non è certo consolante tutto ciò. Chi non aveva abbandonato sul 6-0 l’AT&T Park e chi non stava dormendo per la totale noia dell’attacco dei nostri, ha potuto assistere a una quasi rissa. Quasi rissa che è stato l’unico momento vivo degli arancioneri (ok abbiamo messo 2 punti sul tabellone ma come dicono al di là dell’Oceano “too little, too late”)

Pronti via e Arizona vola sul tabellone: con due out e due uomini in base, Miguel Montero batte una linea verso l’esterno centro. Pagan assiste verso casa, dove nel frattempo sta arrivando Eaton, ma arriva il “taglio” per l’out di Upton in terza. Purtroppo tutti salvi e 1-0 D-Backs. La risposta dei nostri non arriva. Trevor Cahill è dominante: tra le sei eliminazioni del 2° e 3° inning si contano la bellezza di 5 strikeout!

Nel 4° sono ancora gli ospiti a colpire: con un out sul conto arriva il triplo di Johnson. Bumgarner mette strikout Parra ma il giro di mazza di McDonald è buono per il 2-0. Nady ci prova in tuffo, la palla entra nel suo guantone ma solo dopo aver toccato terra; questione di centimetri. Peccato.

Nel quinto c’è l’errore in presa di Nady ma non paghiamo dazio: dopo il walk su Goldschmidt arriva il terzo out su Montero. Il problema è che non arrivano news dal nostro attacco: Cahill elimina in sequenza i primi 16 battitori arancioneri. Il primo Giants ad arrivare sulla Luna (leggi prima base) è Brandon Crawford nel 6° grazie a una base on ball. Il sacbunt di Madison sposta il compagno in seconda ma il tutto si ferma lì a causa del gran tuffo di Eaton che elimina al volo Pagan. Poi il tracollo.

Arizona ammazza la partita nel corso del 7°: Cahill viene prontamente eliminato, poi però arrivano il singolo di Eaton e il doppio di Hill. Un’errata assistenza a casa permette ai D-Backs di andare sul 3-0 ma di far guadagnare comodamente a Hill la terza. Termina così la gara di MadBum, al suo posto Machi. Jean mette subito K Justin Upton, poi però deve incassare il singolo di Goldschmidt che allunga nuovamente il vantaggio di Arizona. Il terzo out non arriva mai: un singolo di Montero e un doppio (sul conto pieno) di Johnson regalano il primo set a Upton e compagni (6-0)

Purtroppo il baseball non è il tennis, quindi c’è da recuperare un gap devastante. Nella parte basse, udite udite, arriva finalmente qualcosa: è Scutaro a rompere il digiuno di valide con un leadoff single. Out sul Panda ma infiled hit per Posey. Gli uomini sulle basi diventano ben tre dopo il walk concesso a Pence. Finisce anche la gara di Cahill. Entra Zagurski e Belt lo punisce al secondo lancio. Il singolo di Brendon porta in dote due punti. Purtroppo torniamo sulla terra quando Theriot innesca il doppio gioco che chiude l’inning più problematico per i nostri rivali.

La gara finisce praticamente lì. Da segnalare solo un accenno di rissa davanti al dugout dei Giants. Nell’8° infatti Arizona ha uomo in prima e seconda. Eaton batte una grounder con la difesa Giants che opta per l’eliminazione in terza. Il Panda però non mette il piede sul cuscinetto, optando per un tag out. McDonald, che evidentemente voleva tentare una scivolata in avanti, si protegge con le mani e cozza contro Sandoval che non gliela manda a dire. L’arbitro di terza placca il Panda ed evita ulteriori problemi.

L’ultimo mini-mini-mini-tentativo di rimonta nel 9°: il leadoff single di Scutaro può mettere in una qualche difficoltà Lindstrom. Il problema è che il rilievo dei D-Backs risponde con 3 K che chiudono i giochi.

Note positive del match

– Scutaro: batte 2-4 che rappresenta il 50% delle valide totali dei nostri.

– Ha perso anche LA

Note negative del match

– L’inutilità dell’attacco (4/28 con 8 k)

– Domani Inizia la serie contro LA

Oggi dayoff per i nostri, poi, mutando una dichiarazione calcistica, inizia una serie di finali per i nostri. Ok un piccolo blackout ma contro i Dodgers bisogna trovare il quadro elettrico e riattaccare la luce

 

 

2 Risposte to “ARI @ SF gara 3 (6-2): Giants non pervenuti”

  1. Awesome! Its in fact amazing paragraph, I have got much clear idea concerning from this
    article.

  2. I’m curious to find out what blog system you have been working with? I’m experiencing some small security problems
    with my latest website and I’d like to find something more risk-free. Do you have any solutions?

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: