NLCS Game 1 STL @ SF (6-4): rimonta fallita, l’AT&T resta indigesto

[Articolo scritto da Angelo Cappa]

Non è mai facile ribaltare uno 0-6 in una gara di post season, se poi dall’altra parte ci sono i Cardinals, squadra calda e in forma, con un buon bullpen, allora il compito diventa ancor più arduo.
Eravamo ancora al quarto inning, quando i ragazzi hanno provato ad iniziare una rimonta, poi fallita, purtroppo. Un solo big inning non è bastato e quindi perdiamo la prima partita di questa serie.

La partenza non buona di Bumgarner compromette il resto della partita. Nel secondo inning è il fuoricampo di Freese, arrivato dopo il singolo di Molina, a dare il vantaggio per 2-0 ai Cardinals.
Per il momento niente di preoccupante, tutto sommato due punti si possono rimontare.
Peccato che durante il primo giro del lineup nessuno tra i Giants batte una valida, e nel frattempo, nel quarto inning, St. Louis infila altri quattro punti.
Due doppi consecutivi di Descalso e Kozma (diventati all’improvviso i migliori battitori del mondo), seguiti dal singolo di Jay e dal fuoricampo di Beltran, segnano un momento importante della partita. Il fuoricampo, in particolar modo, pesa molto nel bilancio della partita. E’ il secondo della giornata per i Cardinals, entrambi da due punti. Ecco che ci ritroviamo a metà del quarto inning sotto di sei punti.

La reazione dei ragazzi è immediata, Scutaro inizia infatti la parte bassa del quarto con un singolo. I seguenti battitori, Sandoval e Posey, che dovrebbero essere quelli che fanno più male ai lanciatori, si fanno però eliminare rispettivamente con uno strike out e un fly out.
Ma fortunatamente l’inning non è finito, e con due outs arrivano quattro valide consecutive. Pence e Belt battono due singoli che valgono l’1-6, e subito dopo Blanco e Crawford rispondono con un triplo e un doppio che ci portano sul 4-6. Peccato per Pagan che con un ground out lascia due uomini in base dopo che Huff era riuscito ad arrivare in prima con un walk.

Resta da giocare ancora metà partita, ma purtroppo non riusciamo a segnare più. Basti pensare che delle sette valide totali, quattro sono arrivate nel quarto inning, e da quel
momento, un singolo viene battuto dal mai domo Scutaro, nel quinto, non aiutato però dal resto della squadra che al massimo riesce a portarlo in seconda (ground out di Sandoval). E l’ultima valida battuta dai nostri, un singolo di Pagan, arriva nel nono inning, con due outs. Troppo tardi.
Nel frattempo si susseguono eliminazioni dopo eliminazioni, e la rimonta resta là, intrappolata nel cuore dei tifosi all’AT&T Park.

Un vero peccato, perchè la partita non è stata giocata male, i nostri lanciatori, a parte Bumgarner hanno lanciato bene, l’attacco tutto sommato è stato pericoloso ma non
siamo riusciti a sfruttare al 100% le occasioni presentatesi, cosa che invece hanno fatto i Cardinals, aiutati, ammettiamolo, anche da un bullpen che ha lanciato bene controllando la partita fino alla fine.

Note negative del match:

– Bumgarner: i due fuoricampo compromettono la partita, Freese e Beltran ormai fanno costantemente male a Madison (anche durante la regular season hanno battuto bene
contro lui). Per lui 3.2 IP, 8 H, 6 ER, 1 BB e 2 SO. Si può far di meglio.

– 3 e 4: teoricamente i battitori più pericolosi del lineup, entrambi senza valide, nè RBI, e con 3 K in sei apparizioni al piatto, in due. Per chi non l’avesse capito, sono Sandoval e Posey, confidiamo in qualcosa di più per gara due.

Note positive del match:

– Bullpen: 5.1 inning lanciati in totale, 0 valide concesse, 1 BB e 0 ER. Kontos, Lincecum, Affeldt, Casilla e Mijares sono stati perfetti, peccato per il risultato finale.

– Scutaro: tra i Giants è stato il migliore in campo. E’ stato lui a dare il via all’ottimo quarto inning e ha dimostrato di essere ancora in forma.

Nella notte tra lunedì e martedì, sempre alle 2.00 orario italiano, scenderemo in campo all’AT&T Park per la seconda partita della serie. Vogelsong affronterà Carpenter, non sarà facile, ma vogliamo una vittoria, ad ogni costo.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: