Giants vs. Nationals 2-1: Segnali di ripresa.

photos

Le due trasferte tra Toronto e Colorado sono state terribili, ammettiamolo, un vero e proprio incubo, ma per fortuna appartengono ormai alla storia. Il ritorno a San Francisco ha fatto bene ai ragazzi. La serie contro i Nationals è stata vinta 2-1, e siamo arrivati ad un passo dallo sweep, ma va bene lo stesso, l’importante era rialzarsi dopo le bastonate della settimana scorsa.

Promosso l’attacco, in particolare Posey, Sandoval, Torres e Scutaro, con quest’ultimo che è arrivato a 19 gare consecutive con almeno una valida, serie purtroppo interrotta ad un passo dal suo massimo in carriera (20).

È andata bene anche la serie del nostro monte di lancio, sia del bullpen che ha concesso un solo punto in tre partite, che dei partenti. Cain, Bumgarner e Vogelsong sono tornati a convincere, peccato però che, come tutti sapranno, Vogey è stato colpito alla mano destra al box di battuta in gara uno: doppia frattura e sei settimane di stop.

SF VS WSH (8-0): Vittoria con l’amaro in bocca.

Il match è stato dominato dal nostro attacco che mette a segno la bellezza di diciassette valide. Belt 4 su 5 con un fuoricampo (tra l’altro l’unico out è stato un fly out a due metri dal muro dell’esterno centro), Torres 3 su 5, e Pagan con due valide e 3 RBI. Due valide anche per Scutaro, Poey e Sandoval.

Andiamo in vantaggio già nella seconda ripresa con gli RBI di Torres e Crawford, arrivati dopo il singolo di Pence e di Belt. Nel quarto inning saliamo sul 5-0 con uno sqeeze bunt di Vogelsong, un doppio di Pagan e il singolo di Scutaro. Nel quinto grazie a Belt e al suo fuoricampo si va sul 6-0. È nel settimo che si chiude il match, inning durante il quale mettiamo a referto altri due punti grazie al singolo di Pagan.

La brutta notizia è però l’infortunio di Vogelsong proprio nella sua miglior partita stagionale (5.0 IP, 3 H, 0 ER). Nel box di battuta viene colpito alla mano destra, Bochy esce immediatamente dal dugout e chiama Noonan come pinch-hitter, i segnali non sono dei migliori. Il risultato è una doppia frattura, si aspetta il suo ritorno tra circa sei settimane.

SF VS WSH (4-2): Il Panda c’è!

Serata di festa all’AT&T Park, con la seconda vittoria contro i Nationals condita da un fuoricampo del Panda nella parte bassa del decimo. Partita sempre in equilibrio, con i Nats che passano in vantaggio per 2-0 già nel primo inning, ma Cain non si abbatte, e dal doppio di Desmond concede solamente le briciole agli avversari, per l’esattezza solo un singolo. Nel secondo inning accorciamo le distanze grazie alla valida di Pagan, per un 2-1 che resta immutato fino alla parte bassa del nono. Agguantiamo il pareggio, infatti, ad un out e uno strike dalla fine del match, grazie al triplo di Blanco. Il match è però tutt’altro che finito, e nel decimo inning arriva il giro di mazza che chiude la partita, quello del Panda che la spedisce sulla luna e ci fa vincere. Spettacolo puro.

Bene un po’ tutti i ragazzi, da Cain a Sandoval, da Scutaro a Posey, passando per Blanco e Pagan. Restano purtroppo a secco di valide sia Crawford che Belt.

SF VS WSH (1-2): Keep calm and carry on.

Il terzo match va in mano a Washington, ma la partita non è da buttare. Bumgarner ha lanciato bene (7.0 IP, 4 H, 1 ER e 5 K) e forse avremmo anche potuto vincere se fossimo stati un po’ più di concreti in attacco (1 su 10 RISP). Eppure siamo comunque riusciti ad agguantare il pareggio per 1-1 nell’ottavo inning grazie al singolo di Posey. Il match si trascina agli extra inning ancora una volta ma oggi gli dei del baseball stanno dalla parte di Washington, che vince grazie al singolo di Desmond.

PROSSIMA SERIE.

Da venerdì inizia la serie casalinga contro Colorado, da vincere. Oggi abbiamo una giornata di riposo che ci permette di accorciare la rotazione e superare il vuoto lasciato da Vogelsong.

Questi i matchup:

Lincecum – Chatwood

Zito – Nicasio

Cain – Garland

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: