Giants vs. Cubs (0-3): Purtroppo, ancora uno sweep

i-1

C’è stato un periodo, durante questo 2013, nel quale eravamo noi a vincere le serie per 3-0. Non lo ricordate? Beh, eravamo ad aprile, e a quel tempo (che ormai sembra lontano secoli) si era soliti vincere qualche serie ogni tanto. Sia chiaro, mica vincevamo sempre, ma a quel tempo eravamo propensi a buone prestazioni. Adesso sembra tutto perso già prima ancora di giocare, e la serie contro i Cubs non fa eccezione. È dal 19 giugno che non vinciamo una serie in casa, e questo deve far riflettere.

Ormai sarebbe meglio iniziare a pensare al 2014, nonostante manchino ancora due mesi alla fine della regular season. 46 – 58 è il nostro record al 29 luglio, un disastro.

Inutile continuare a commentare l’ennesima serie finita con uno sweep. Veniamo a ciò che è successo sul campo.

GIANTS VS CUBS GARA 1 (2 – 3): L’errore che costa un match

La difesa, quest’anno, è in perenne vacanza, e la prima partita contro i Cubs viene persa proprio per questo motivo. Siamo nella parte bassa del nono, 2-1 per noi, 2 outs, Romo sul monte, 3-2 il conto su Rizzo, siamo ad uno strike dal vincere la partita. Romo lancia la sua slider, Rizzo batte un ground ball verso Belt. Ed ecco l’errore, con la palla che passa tra le gambe di Brandon in un errore da far invidia a Buckner. I Cubs segnano due punti e vincono il match.

L’errore di Belt toglie a Francoeur la vittoria. Sì, perché   i due RBI che ci avrebbero fatto vincere la partita erano i suoi, se non fosse stato per l’errore nel nono, ovvio. Il fatto che Francoeur sia stato uno dei migliori in campo riflette benissimo la qualità della nostra partita. Solo 5 valide e difesa da dimenticare. Almeno Cain ha lanciato 7.0 buone riprese concedendo solo 1 punto.

GIANTS VS CUBS GARA 2 (0-1): Ancora il nono inning

Partita molto equilibrata, non entusiasmante e ad un certo punto frustrante. Classico esempio di come, in un altro momento della nostra storia, doveva essere una vittoria senza grossi problemi.

Si arriva nella parte bassa dell’ottavo inning in un calcistico 0-0, Blanco leadoff arriva in prima con 4 balls. Data la situazione arriva da Bochy l’ordine di spingere Gregor in seconda, Torres va di bunt e riesce ad arrivare salvo in prima. Arriva Scutaro e arriva un altro bunt, anche lui in prima. 0 out e le basi sono tutte occupate. Posey alla battuta e “dai che questa volta accade qualcosa”, si pensa. Buster batte una orribile palla che viene raccolta da Castro e spedita a casa base. 1 out e Posey riesce comunque ad arrivare salvo in prima, non è ancora finita. Sandoval, anche lui, batte una palla in diamante. La palla viene raccolta da Rizzo,  e esattamente come Castro la tira direttamente a casa base. 2 out ma il Panda è salvo in prima. È il momento di Pence. Strike out. Fine dell’ottavo.

Nel nono a punirci è l’ex Schierholtz che batte il fuoricampo dell’1-0 e della vittoria Cubs. A nulla servirà riempire di nuovo le basi con 1 out, perché Abreu cade in un doppio gioco che chiude il match.

GIANTS VS CUBS GARA 3 (1-2): No comment

Per la prima volta dopo 20 anni i Cubs ci rifilano uno sweep. Altra statistica da aggiungere a questo nostro splendido 2013.

“In tutti questi anni non ho mai visto una squadra avere così tante difficoltà a segnare punti. Oggi è andata così, non siamo riusciti a battere una ‘big hit’.” Parole di Bochy, e forse è proprio questo ciò che ci manca, la big hit. Ma finché battiamo 5 valide a partita, e finché non sfruttiamo bene le occasioni che ci si presentano, perderemo sempre. Inutile pensare, a questo punto, al resto di una stagione ormai compromessa. Sarebbe meglio agire in vista del 2014 al fine di evitare di ripetere questa orribile annata.

La serie è andata malissimo, con un 4 su 23 con i corridori in posizione punto, e nelle ultime 32 partite abbiamo una media da far paura: .197.

Lincecum, nella gara di domenica, non ha nemmeno lanciato male, concedendo in 7.0 innings solo 2 punti e 2 BB. Ciò che preoccupa è la quantità di home runs che Timmy tende a concedere ultimamente. In ogni caso la sconfitta arriva dal fuoricampo decisivo di Castillo nel settimo inning.

PROSSIMA SERIE

Da martedì si gioca contro una squadra che, come noi, non sta proprio brillando, i Philadelphia Phillies. Speriamo almeno di giocare bene, il resto verrà da sé.

Questi i match-up:

Zito – Lannan

Gaudin – Kendrick

Cain – Hamels

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: