Giants @ Dodgers (3-1): Un tranquillo weekend di goduria

19

 

[Articolo scritto da Giorgio Sigon]

In una stagione negativa, povera e abbastanza avvilente i ragazzi della Baia hanno trovato comunque un motivo per farci gioire….e tanto!

Purtroppo in Italia il lunedì mattina non si può andare in ufficio a sfottere i tifosi dei Dodgers, ma se fosse stato possibile, noi arancioneri ci saremmo presentati alle 7 sperando di non trovare i colleghi “stranamente malati”.

Quando andavo al liceo, l’umore (e i voti) della mia professoressa d’italiano dipendevano (molto) dai risultati del Milan. Il lunedì mattina, se il Diavolo aveva vinto, tutti ci offrivamo volontari per l’interrogazione, se aveva perso, tutti ci giustificavano o ce ne stavamo direttamente a casa. Se la mia prof d’italiano fosse stata tifosa dei Dodgers, beh avrei avuto la febbre per almeno un mese….

Serie vinta (la seconda di fila!!!). Trionfo a domicilio. Record e asfaltamenti vari. Il giovedì non era cominciato benissimo ma poi….tutta un altra musica! Gli accalappiacani sono gli indiziati numero uno per l’anello ma i nostri gli hanno dato una ripassata coi fiocchi.

Domenica mattina ho strabuzzato gli occhi: DICIANNOVE??? Confesso che ho dovuto passare il dito sullo schermo dell’iPad. Avevo paura che un granellino di polvere a forma di 1 si fosse posato di fianco al 9. Tutto vero (cit.) invece. 19-3 per noi, a casa loro. Che scoppola!

Lottiamo ancora per non arrivare ultimi in classifica ma i ragazzi della Baia, anche quest’anno ci hanno regalato un qualcosa di indimenticabile (in senso positivo). L’unico problema è: Totti fece segno 4 (con le dita) contro la Juve, Piquè fece la manita (con le dita) contro il Real… come si fa 19 con le dita??? Sapete…nel caso incontrassi qualche tifoso dei Dodgers!

GIANTS @ DODGERS GARA 1 (2-3): WALKOFF BARBUTO

La piccola/grande vendetta di Brian Wilson: negli annali il 3-2 finale vedrà come vincente il nostro ex closer.

Dopo il fuoricampo di Pence (occhio perchè ne arriveranno altri) e il pareggio di Ellis nel primo inning, L.A. ci sorpassava prima con il doppio di Puig (pareggiato dal singolo di Blanco) e poi, in modo definitivo, col singolo di Adrian Gonzalez nel 10mo inning che portava a casa il punto della vittoria nella persona di Carl Crawford.

Cain contro Greinke era un matchup decisamente succulento e i due pitcher non hanno toppato. Matt ha chiuso con 7.0, 5K e 2 punti concessi (di cui solo uno guadagnato). Zack invece ha lanciato per un inning in meno rispetto a Cain concedendo solo un punto e 4 valide.

GIANTS @ DODGERS GARA 2 (4-2): RIMONTONA FINALE

Altro giro e altro ex che poteva darci un dispiacere. MadBum e Kershaw restavano immacolati per 5 inning.

Nel 6° il buon Uribe piazzava un fuoricampo da 2 punti che spezzava l’equilibrio. Il formidabile pitcher losangelino si era trovato in (piccola) difficoltà solo quando i Giants avevano piazzato i corridori in prima e seconda con un solo out sul conto, Sforzo inutile visto che poi l’inning si era chiuso senza segnature.

Lecito pensare che sul 2-0 Dodgers, Clayton si sarebbe potuto avviare verso un (ennesimo) complete game shutout anche se i nostri qualcosa avevano cercato di fare….

Nel 7mo però la musica cambia: Pence parte con un bel singolo, Sandoval lo imita. Al piatto di presenta Arias che gira una linea porta a casa Hunter con Joaquin che riesce ad arrivare in 2a grazie a un errore. 2-1 per loro ma flow della partita che è girato. Ora abbiamo corridori in posizione punto e nessun eliminato!

Tocca a Pill e Kershaw incredibilmente subisce la quarta valida consecutiva. Altro singolo e sorpasso arancionero. 3-2 e rimonta completata. Ora il problema è non subire la contro-rimonta. Il bullpen lavora bene e nell’ottavo Pence la sbatte fuori (di nuovo). Solo shot per Hunter e vittoria Giants.

GIANTS @ DODGERS GARA 3 (19-3): PAZZESCO VERAMENTE!!

Pence la sbatte fuori di nuovo e questa volta è un succoso Grande Slam! Da quando esiste il Dodgers Stadium nessuno era riuscito ad arrivare a 19 punti segnati. Quindi il miglior resoconto possibile è….. il box score. Enjoy

score

 

GIANTS @ DODGERS GARA 4 (4-3): GRAZIE L.A. E ARRIVEDERCI!

In gara 4 la sfida è Vo vs Vo: Volquez vede subito la sua pallina andare alta e lunga. Nella parte alta del secondo Hunter Pence spedisce sugli spalti un cadeau per un tifoso.

QUARTO fuoricampo di Pence in QUATTRO gare CONSECUTIVE contro i Dodgers. L’unico a riuscirci, fino a ieri, era stato un certo Willie Mays. Fate Vobis!

Vogelsong invece concede tutto nella parte bassa del 5°: il solito Adrian Gonzalez gira un doppio e di colpo di troviamo sotto 3-1 visto che entrano Volquez (!), Gordon ed Ellis.

L’obiettivo di vincere la serie però non tramonta perchè per nostra fortuna c’è anche il “solito” Pence che si trasforma in supereroe e la sbatte fuori di nuovo nel 6°. 2run shot e pari e patta!

Nell’ottavo, altro giro e altro Homerun. Questa volta è Pill, entrato come PH, a decidere il tutto. 4-3 per noi e tanti saluti ai Dodgers!

Prossima Serie: 

Oggi day off per i nostri, poi trasferta nella Grande Mela. Prima ci aspettano i Mets (3 gare) e poi gli Yankees, sperando che il nostro tributo a Mariano Rivera sia da applausi come quello che finora tutte le squadre, Red Sox su tutti, hanno riservato al grandissimo numero 42.

 

2 Risposte to “Giants @ Dodgers (3-1): Un tranquillo weekend di goduria”

  1. Salve, sono una amante del baseball NL innamorato di una squadra AL (i Red Sox) e quindi sono costretto a guardarmi le partite con il DH.
    Ogni tanto però trovo il tempo per dare un’occhiata anche all’altra metà del cielo e li mie simpatie vanno bella baia sin dalla sfortunata WS del 2002. L’anno scorso ho avuto molto tempo a disposizione è ho potuto seguire con gioia le gesta di un giocatore a cui sono rimasto affezionato: Marco Scutaro. Questo anno le parti sembra che si siano invertite e mi piacerebbe saperne le cause, perchè ricordo una seep a LA di inizio stagione che mi era sembrata molto promettente.

    NB LA è sicuramente l’indiziato numero 1 per l’anello (lo dico anche per scaramanzia) però magari quest’anno il titolo va sulla east coast, non si può mai sapere…..

    • Ciao Mauro, è sempre bello sapere che il nostro blog è seguito anche da tifosi di altre squadre e non solo dei nostri Giants, pertanto grazie per il tuo commento.
      Scutaro è sicuramente un giocatore che ha fatto la differenza l’anno scorso e che anche quest’anno ha detto la sua, nonostante un’età che sta avanzando verso la fase finale di carriera. Quello che è successo quest’anno, come sempre quando avviene una stagione negativa, è stata una concatenazione di eventi che hanno fatto sì che la squadra si è improvvisamente seduta su se stessa. Il motivo principale però direi che è il pitching, partenti e bullpen, che hanno toppato per molte partite. L’attacco, che ha fatto bene (e anche decisamente bene) in 4, massimo 5 elementi non ha saputo colmare le lacune del monte. E così, eccoci qua a guardare i playoffs in tv.
      L’anno prossimo speriamo di avere miglior fortuna!

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: