Archive for the Prepartita Category

In carrozza… si riparte!

Posted in Prepartita on 31 marzo 2013 by Mat

c4847f52-1580-42e0-ae6f-1983ede2a965Eccoci qui, ora il letargo è finito per davvero e tutto è pronto al grande ballo. La MLB può ripartire, il campionato più bello del mondo scende nuovamente in pista, per la stagione 2013. Quella che si apre con i San Francisco Giants campioni in carica.

Tutte le volte che arriva l’opening day stagionale, ci rendiamo conto di quanto lungo sia stato l’inverno e di quanto sia faticoso rinunciare al baseball per così tanto tempo; e, di contro, di quanto sia piacevole sapere che ogni giorno o quasi potremo vedere i nostri ragazzi in campo. Per sei mesi che saranno emozionanti come sempre, qualunque sia il risultato finale.

Già, il risultato finale. Abbiamo ancora negli occhi il titolo, il secondo in tre anni e, ripensandoci, quasi non ci si crede ancora, visto quello che abbiamo combinato. Abbiamo dimostrato cuore, grinta, classe, talento puro, passione. Aggiungendo un pizzico di fortuna a tutti questi ingredienti, abbiamo sollevato l’anello dei vincitori. Pertanto, quest’anno saremo nuovamente guardati dal basso verso l’alto, anche se la caccia al trono riparte da zero. Tutto è cancellato, restano sì i ricordi, ma non possiamo certo vivere di rendita e giocare solo per spirito sportivo. No, dobbiamo cercare di fare bene anche quest’anno, pur sapendo che conquistare un altro anello avrebbe del leggendario.

Ricordiamo bene come andò nell’anno post-titolo, il 2011. La squadra era partita discretamente ma finì per essere vittima di un attacco che non batteva mai. Il risultato fu che restammo fuori dai playoff, una grande delusione. Non vogliamo ripetere quell’annata, no di certo, pertanto l’obiettivo dev’essere quello di riconquistare la postseason. I mezzi, visto che la squadra è rimasta pressochè inalterata, ci sono. Ricordiamo anche che in quel 2011 l’infortunio di Posey pesò come un macigno e fu forse proprio per quello che la squadra si sciolse ai primi caldi, come neve al sole. Quest’anno, se il nostro Buster non verrà abbattuto da nessun Cousins del caso, abbiamo ragione di pensare che potremo mettere in piedi una stagione dignitosa e competitiva.

Proprio Buster è il fiore all’occhiello di questa preseason, soprattutto il contrattone che è stato appena siglato. Nove anni, che significano praticamente che il ragazzo rimarrà con noi praticamente per sempre, o quantomeno per la parte più importante della sua carriera. Di quello che succederà nel 2022 ci potremo pensare a tempo debito, a patto di arrivarci :)

Battute a parte, aver blindato Posey come detto significa molto, visto che ora la squadra verte di fatto su di lui, con un ruolo, quello di catcher, coperto per lungo tempo (poi non è detto che per 9 anni farà il catcher, visto che è un ruolo molto usurante). Attorno a Posey la squadra, ripetiamo, è quasi identica a quella dell’anno passato, con un outfield che ha 4 nomi per 3 posti ed un infield che ha qualche interrogativo in più, soprattutto legata alle condizioni di salute del Panda e di quelli che possono essere i back-up, visto che i titolari sono più o meno inamovibili. Il monte pare una certezza con almeno 4 dei 5 soliti partenti. Solo Lincecum può essere un’incognita, ma l’idea è che Bochy proverà a tenerlo come partente, almeno non prima di aver verificato se esistano delle alternative valide e se effettivamente il buon Timmy come partente non dà più garanzie.

Qualche dubbio in più arriva dal reparto rilievi. Attorno a qualche discreta garanzia come Affeldt e Casilla (oddio, dare della “garanzia” a Casilla potrebbe essere passibile di querela), abbiamo ancora Lopez, Kontos, Mijares, che bene o male il loro lavoro lo fanno. Poi c’è il nuovo arrivo Gaudin, che non sembra essere il massimo sulla piazza. Infine il ruolo di closer, che pare essere blindato sulle spalle del buon Romo. Ricordiamo che c’è la possibilità di effettuare cambi in corsa e, dato che Sabean si è sempre comportato in questo modo, tutto fa pensare che in caso di partenza col freno a mano, si possa agire anche questa volta in questo senso.

Vediamo quello che potrebbe essere il lineup titolare, quello dell’opening day, dando per scontato che il Panda sia ok.

Pagan CF, Scutaro 2B, Pence RF, Posey C, Sandoval 3B, Belt 1B, Crawford SS, Blanco LF.

I primi back-up sarbbero Torres in outfield, Arias nell’infield ed Hector Sanchez (se in condizione) dietro al piatto. In questo spring training abbiamo potuto scoprire due giocatori, come Noonan e Gillespie, che potrebbero dire la loro, soprattutto il primo, che è giovane e ha dimostrato di essere molto valido difensivamente. Sembra che Bochy lo mettera nel roster iniziale, quindi c’è la concreta possibilità che veda il campo più volte.

E i nostri avversari? ovviamente il pericolo più grosso è rappresentato dall’armata blu, che non sono i puffi (peraltro molto più simpatici), bensì i Los Angeles Dodgers, nostri primi avversari di questo campionato, che inizia lunedì alle 22.05 in trasferta. Loro sono forti, arrabbiati e talentuosi, anche se hanno qualche infortunio di troppo. Proprio per questo motivo sarebbe importante partire bene, e non mi riferisco solo alla serie iniziale, ma proprio nei primi 2 mesi, in modo da far capire loro che anche quest’anno non è che perchè hanno rotto il salvadanaio vuol dire che vinceranno la division in carrozza. No, bisogna far capire che bisognerà fare i conti, ancora una volta, con noi.

Ad ogni modo come detto partiamo quasi alla pari con loro, mentre il resto della division pare essersi piallato verso il basso, ad iniziare da quei D’backs fenomeni nel 2011 e sgonfiatisi l’anno scorso. Quest’anno sembrano essersi indeboliti ulteriormente, anche se bisogna continuare a tenerli d’occhio. Padres e Rockies partono a luci spente e non dovrebbero creare molti problemi, ma c’è da dire che più di una volta questa division ha riservato sorprese inaspettate. Per cui non ci sarebbe neppure da stupirsi troppo se i Rockies andassero a fine stagione a vincere la division. Il bello di questo sport è anche l’imprevedibilità.

Concludiamo con l’invito a seguirci come al solito sulle nostre pagine social, come già fate con la consueta dedizione. Il blog quest’anno, come già detto, verrà aggiornato al termine di ogni serie. Pertanto non aspettatevi il pezzo dopo gara 1 contro i Dodgers. Tempo di crisi anche per noi. No, battute a parte, riteniamo che un recap serie dopo serie possa innanzitutto non rubare troppo tempo a chi scrive (visto che già le partite durano il loro tempo) e inoltre poter dare un quadro più generale della situazione, visto che le pagine facebook e twitter servono per i commenti a caldo. Un ruolo che svolgiamo con l’interazione di voi fans. Poi, quante volte capitava di vincere gara 1 della serie e di scrivere “siamo fenomeni!” per poi perdere gara 2 e scrivere “cacciateli tutti quei bidoni indegni!”. Ecco, almeno un recap ogni serie ci consentirà un minimo di equilibrio in più!

Forza ragazzi, saliamo in carrozza e prendiamo posto, i campioni scendono di nuovo in campo e noi saremo, come sempre, al loro fianco. Avanti Giants!

 

Annunci

Spring training: un occhio al calendario 2012

Posted in Prepartita on 14 gennaio 2012 by Mat

Manca ancora un po’, ahinoi, ma come detto nel post di auguri per l’anno nuovo, il giro di boa di questa lunga attesa invernale l’abbiam superato, per cui cominciamo a proiettarci verso la nuova stagione. Al momento della stesura di questo post mancano meno di 50 giorni al primo incontro di spring training, mentre ne mancano meno di 40 per il pitchers & catchers report, che segna di fatto l’inizio del “ritiro”, termine calcistico ma che rende l’idea.

Visto che l’abbiam fatto l’anno scorso, replichiamo quest’anno con una breve analisi di quelli che saranno gli impegni delle “amichevoli” precampionato, o se volete “preseason”, o più correttamente “spring training”, il primo vero assaggio di baseball giocato nel quale i risultati contano praticamente zero (ma ricordiamo che nel 2010 fummo la squadra con il miglior record in ST e poi sappiamo com’è finita) ma quantomeno si vede qualche lancio e qualche giocata che per noi appassionati di questo sport è già ossigeno puro.

Saranno 36 le partite che giocheremo nei 33 giorni dedicati a questo mese di intensi allenamenti, dal 3 marzo al 4 aprile, prima del debutto in MLB il giorno 6 aprile al Chase Field di Phoenix contro i D’Backs. E saranno proprio i D’Backs la prima squadra che affronteremo anche nello spring training, a casa loro dunque, dato che la nostra sede primaverile sarà Scottsdale, Arizona, alle porte proprio di Phoenix. L’orario della prima palla lanciata (in teoria subito da Lincecum, che verosimilimente farà solo il primo inning) è fissato per le 21.05 italiane di venerdì 3 marzo. Save the date dunque. Anche se come detto il risultato non conterà nulla, sarà comunque l’inizio ufficiale della stagione del baseball giocato.

Mi piace sottolineare che lo spring training ha anche un altro aspetto piuttosto affascinante: il fatto che molte partite non vengono trasmesse da mlb.tv per cui si è “costretti” all’ascolto radiofonico, un aspetto che in qualche modo rimanda alla storia ultracentenaria di questo magnifico sport e lo ricollega in qualche modo a quando la radio era l’unico mezzo negli States per informarsi sulla partite. Ora siamo abituati alle dirette, le differite, i replay, gli HD e tutto quanto rende una partita spettacolare da vedersi; durante lo spring training però a volte c’è solo disponibile l’ascolto radiofonico e, ripeto, è comunque un aspetto che ha il suo fascino.

A proposito di radio, e qui ne approfitto per auto-pubblicizzarci, sappiate che per la stagione 2012 avremo anche la possibilità di trasmettere via web radio le radiocronache dei nostri match, ovviamente quelli giocati ad orari “umani” per noi residenti al di qua dell’oceano. L’idea è quella di una conduzione doppio audio con l’amico Giorgio Sigon, già autore di molti pezzi qui sul blog l’anno scorso. Speriamo di potervi fare quindi compagnia durante le partite dei nostri!

Tornando allo spring training, saranno 4 i giorni nei quali giocheremo i double-header, ovvero due partite in un solo giorno. Il primo di questi sarà subito il giorno 4 marzo, ovvero il giorno dopo il debutto contro Arizona; in questa data giocheremo alla stessa ora contro Brewers e ancora contro D’Backs. Dopodichè saranno ancora match senza sosta, con la sola eccezione di lunedì 19 marzo, unico giorno di astinenza dal campo. La prima sfida contro i nostri storici rivali Dodgers è fissata per il 6 marzo alle 21 italiane, in una sorta di serie da 3 partite della durata di qualche settimana, visto che li incontreremo nuovamente il 17 (ma entrambe le squadre saranno in split squad, ovvero impegnati in un altro incontro nello stesso giorno) e il 28. Come al solito ci capiterà di affrontare squadre dell’American League che non avremo più modo di incontrare in stagione regolare, è il caso di Indians (2 volte), White Sox (1 volta) e Royals (1 volta). Non sarà invece il caso di squadre come Mariners, Angels e Rangers, con le quali ci sfideremo sia nello spring training che nell’interleague della stagione regolare.

Come al solito gli ultimi giorni di ST saranno i più interessanti, sia perchè i partenti e i titolari avranno decisamente più spazio nell’arco della partita per entrare in forma campionato, sia perchè nel finale del mese di allenamenti lasceremo la sede di Scottsdale per recarci a casa. Interessanti infatti saranno le ultime tre partite, contro i cugini Athletics di Oakland (o tra poco di San Josè?): i cancelli dell’AT&T Park apriranno per la prima volta lunedì 2 aprile quando, alle 4.15 italiane del mattino di martedì, affronteremo per la prima volta i gialloverdi A’s. Già immaginiamo, come accadde l’anno scorso, lo stadio pieno per un’amichevole di nessuna importanza; questo però è il clima che la città di San Francisco sa offrire ai propri beniamini. Il giorno dopo, sempre in orario notturno italiano, andremo al di là del Bay Bridge per “gara 2”, mentre torneremo tra le mura amiche per l’ultima partita di questo spring training, mercoledì 4 aprile alle 21.45 italiane.

Un giorno di riposo e poi si farà sul serio, come detto a Phoenix per la prima serie dell’anno contro i campioni in carica della NL West. Sarà subito grande voglia di rivincita dunque, ma questo è un altro capitolo che analizzeremo più avanti. Per ora c’è da contare i giorni che ci separano dalla primavera, la stagione di gran lunga più attesa per noi appassionati di questo sport.

 

Giants @ Dodgers : ci siamo!

Posted in Prepartita on 31 marzo 2011 by Mat

L’attesa è terminata, dopo quasi 5 mesi di astinenza da baseball “ufficiale”, è ora di fare sul serio, andiamo al Dodger Stadium per una serie da 4 subito molto delicata, anche se sono vietate parole come “importantissima” o peggio ancora “decisiva”; saranno solo 4 delle 162 partite previste della stagione regolare, certo alla fine dei conti potrebbero pesare ma ricordiamoci che le ultime partite giocate nella stagione scorsa erano ben più importanti di questa serie per cui stiamo tranquilli, qualsiasi risultato ne esca.

I match-up saranno i seguenti: Lincecum vs. Kershaw, Sanchez vs. Billingsley, Cain vs. Lilly, Zito vs. Kuroda. Dura fare pronostici, a prima vista dovremmo aver la meglio per le prime 3 ma è proprio un dado tirato sperando che esca il numero giusto. Ad inizio stagione i dubbi sono ancora molti e lo stato di forma può essere decisivo. La cosa che ci auspichiamo noi è quella di lottare fino all’ultimo out e possibilmente di non lasciare andare una partita che si mette male, non chiediamo molto di più. Sappiamo di essere forti, di aver fatto un ottimo spring training a differenza di Los Angeles e di aver ancora fame di vittorie. Ma ci sono anche gli avversari, e andranno molto rispettati, nonostante non sembrino una squadra fenomenale.

Ci saremo anche in webradio per l’opening night e probabilmente anche per la terza partita. Ricordiamoci che la stagione è lunga e che tutto può succedere, l’importante è che sia arrivato questo atteso inizio. Buon baseball a tutti e Go Giants, difendiamo questo titolo di campioni MLB!!

Spring training al via

Posted in Prepartita on 25 febbraio 2011 by Mat

   L’attesa è finalmente terminata, i Campioni del Mondo tornano a calcare il diamante scendendo in campo per lo spring training, noto mese di allenamenti e partite “soft”, in attesa di fare sul serio dal 31 Marzo.

Si parte con il match contro Arizona, cui seguirà Los Angeles (sponda Dodgers) ancora Arizona e Milwaukee nei giorni successivi, giusto per tornare a saggiare l’aria di un match di baseball. Sappiamo che il valore di queste partite sarà praticamente nullo, soprattutto a livello agonistico; le partite però serviranno innanzitutto a trovar una condizione ideale per iniziare la stagione già rodati e in secondo luogo per permettere a Bochy di dissipare qualche dubbio di cui abbiamo già parlato, vedasi ad esempio la rotazione con la “grana” Zito, oppure la condizione fisica di qualche giocatore reduce da lunghi o fastidiosi infortuni.

Insomma, staremo a vedere. O meglio, a sentire, dato che le prime partite saranno disponibili sono in modalità audio. La prima diretta video è prevista per Giovedì prossimo contro i Rockies. Con calma, ma si parte. Già questa è una buona notizia; viva il baseball.

Verso lo spring training: il calendario

Posted in Prepartita on 12 gennaio 2011 by Mat

 Tale e tanta è la voglia di vedere del baseball giocato che contiamo i giorni le ore i minuti che ci separano dalla prima partita di Spring Training, noto mese di preseason dove dopo dieci giorni ti sei già fortemente stufato e non vedi l’ora che parta la stagione regolare, ma finchè non arriva il primo match di ST pagheresti per vedere anche un solo lancio sballato di Ramon Ramirez purchè in diretta (nulla contro il nostro Ramon, ovviamente).  E quindi, dato che il nostro mercato attualmente è in totale stand-by, con abbondante anticipo andiamo con una “preview” sul calendario del nostro mese di preparazione della stagione regolare.

Venerdì 25 Febbraio, ore (italiane) 21.05: sono le coordinate esatte per il nostro primo match. Diciamo subito, non ci importa nè ci importerà nulla nè dell’avversario (i D’Backs) nè tantomeno del risultato, ma vedremo per la prima volta da quel giorno i ragazzi nuovamente sul diamante, per cui sarà un bel giorno. Vedremo è forse utopistico dato che non tutte le partite di ST vanno in tv, ma comunque sia o via radio o via tv o via web saremo vicini ai nostri Giants in questo esordio. E potremo esclamare “finalmente!”.

Saranno 36 le partite in programma con un solo giorno senza (il 22 marzo) e tre giorni con “double-header”, nel senso di squadra spezzata in due (split squad) con due partite contro diversi avversari. Tra le partite più “sentite” ovviamente citiamo i Dodgers, li incontreremo 4 volte in totale sebbene in 3 di queste o noi o loro saremo in split squad quindi sicuramente non al completo, l’unico giorno “utile” sarà il 18 marzo, giorno in cui probabilmente rivedremo il nostro caro ex Uribe. Per due volte incontreremo i nostri ultimi rivali alle World Series, i Rangers, mentre l’11 Marzo affronteremo i Padres, unica data stabilita per questa sfida. Come sempre accade in questi match primaverili, potremo affrontare squadre di American League che mai incontreremo durante questa stagione regolare, vedi White Sox, Royals, Mariners, Angels e Indians (questi ultimi però li ritroveremo in Interleague durante la regular season).

Discorso a parte per i nostri cugini Athletics che oltre ad incontrare come consuetudine nell’interleague della RS, affronteremo anche in ST per 5 volte, le cui ultime 3 saranno proprio gli ultimi tre match che andranno a precedere l’inizio ufficiale di stagione. Inoltre come al solito, verso il finale di preseason ci sposteremo dalla nostra sede primaverile di Scottsdale per debuttare all’AT&T Park il 28 marzo (laddove riscenderemo in campo due giorni dopo) proprio contro gli A’s. In mezzo a questi due match faremo anche visita all’Oakland Coliseum per respirare la loro aria di casa il 29 Marzo.

Tutto ciò per scaldare i muscoli in vista della regular season. Là sì, che si farà sul serio. Ma intanto aspettiamo lo Spring Training come un bambino aspetta il Natale!